fbpx

La ionizzazione dell’aria di un locale chiuso, che sia domestico, commerciale, scolastico, sanitario o industriale, contribuisce a rendere l’ambiente più salutare e decontaminato. Questa funzione produce un flusso di ioni negativi che cattura le particelle sospese nell’aria e le rimuove. La tecnologia Bioxigen® è un sistema del tutto naturale che garantisce nel tempo la massima riduzione di batteri e virus (anche COVID19), polveri, muffe, odori e molti altri inquinanti chimici normalmente presenti in aria e sulle superfici, migliorando la salute delle persone.

La tecnologia Bioxigen® rilascia ioni attivi che rimuovono continuamente i microbi presenti nell’aria e riducono specifici composti organici volatili (COV) dall’ambiente e dalle superfici interne; riproduce negli ambienti chiusi il fenomeno di disinfezione che naturalmente avviene all’esterno per effetto della luce solare, senza additivi chimici dannosi alla salute in modo continuativo e controllato, garantendo benessere alle persone.

E’ indispensabile in tutti i campi in cui è necessario un purificatore d’aria per ridurre i contaminanti chimici e biologici (settore sanitario, industria alimentare, edifici residenziali e commerciali).

La tecnologia Bioxigen® riduce drasticamente la carica microbica in aria e sulle superfici, riduce le polveri sottili e mantiene il corretto equilibrio ionico grazie allo speciale condensatore al quarzo.

In particolare i benefici sono dovuti al processo dello ionizzatore d’aria per impatto: il condensatore innesca reazioni controllate di ossidoriduzione sui composti organici volatili (COV) riducendo così gli inquinanti aerodispersi, gli ioni ossigeno generati dal campo elettrico oscillante inoltre possono operare un effetto microbicida su tutte le superfici che vengono a contatto con l’aria.

I test hanno dimostrato che l’applicazione della tecnologia Bioxigen® apporta miglioramenti alla qualità dell’aria garantendo:

- RIDUZIONE DEI VIRUS (ANCHE COVID-19)
- ABBATTIMENTO MICROBICO
- MENO ALLERGENI AERODISPERSI
- RIDOTTI CONSUMI ENERGETICI
- STOP ALLA PROLIFERAZIONE DI MUFFE
- AMBIENTE PIÙ SANO
- MIGLIORA LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI
- ELIMINAZIONE DI ODORI E INQUINANTI

I dati ottenuti a seguito dell’applicazione dei purificatori d’aria Bioxigen® evidenziano riduzioni fino al 99% dei microbi e batteri.

Prima | Before Dopo | After Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents
Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents Staphylococcus aureus Prima | Before Dopo | After Staphylococcus aureus
Tempo | Time — 3 h -70,90 %
Tempo | Time — 8 h -97,02 %
Tempo | Time — 24 h -98,80 %
Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents Escherichia coli Prima | Before Dopo | After Escherichia coli
Tempo | Time — 3 h -84,07 %
Tempo | Time — 8 h -89,77 %
Tempo | Time — 24 h -99,53 %
Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents Saccaromices cerevisiae Prima | Before Dopo | After Saccaromices cerevisiae
Tempo | Time — 3 h -97,71 %
Tempo | Time — 8 h -98,14 %
Tempo | Time — 24 h -99,05 %
Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents Legionella Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents UFC / 0,1 ml
Prima | Before Dopo | After Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents Legionella Abbattimento contenuto microbico | Decrease microbical contents UFC / 0,1 ml
Controllo negativo | Negative control 0
Controllo positivo | Positive control 191
Dopo | After — 05 min 180
Dopo | After — 15 min 3
Dopo | After — 30 min 0
Dopo | After — 60 min 0

Bioxigen® permette la generazione in aria di un flusso di ioni ossigeno negativi e positivi. Gli ioni vengono prodotti attraverso un campo elettrico oscillante nel tempo, che mette in vibrazione le molecole di ossigeno ed azoto in aria.

Nell’aria sono presenti i seguenti elementi:

- Azoto (N2) 78,084 %
- Ossigeno (O2) 20,947 %
- Argon (Ar) 0,934 %
- Vapore acqueo (H2O) 0,33 %
- Diossido di carbonio (CO2) 0,032 %
- Altri elementi 0,001818 %

L’azoto e l’ossigeno sono i due elementi maggiormente presenti nell’aria e sono in forma molecolare (biatomica), conseguentemente le loro molecole presentano un asse elettrico. Questo asse elettrico può essere orientato se la molecola passa attraverso un campo di forze di tipo elettrico ed in particolare l’asse elettrico si orienta secondo la tangente alla linea di forza passante nel punto i cui si trova la molecola.

Il sistema di ionizzazione bipolare è costituito da un cilindro cavo di materiale dielettrico. A contatto con le generatrici interna ed esterna del cilindro sono disposte delle maglie di materiale conduttore. Viene così generato, all’esterno del cilindro di ionizzazione aria, un campo elettrico alternato in cui le linee di forza cambiano di intensità e direzione continuativamente nel tempo che orientano le molecole dell’aria lungo le linee di campo.

Per effetto della variazione della polarità di carica le molecole vibrano acquistando energia cinetica che si somma a quella termica funzione della temperatura. L’aumento dell’energia delle molecole amplifica i fenomeni collisione per urto cinetico tra le molecole. Nei complessi di collisione alle temperature ordinarie l’energia scambiata per urto è molto piccola, per cui la probabilità di formazione di ioni molecolari per trasferimento di energia tale da provocare lo spostamento di un elettrone da una molecola ad un’altra è molto bassa. Se le collisioni avvengono in un campo elettrico alternato all’agitazione termica si sovrappone l’energia cinetica dovuta alla vibrazione delle molecole sollecitate dalle linee di forza del campo elettrico, di conseguenza le collisioni sono più energetiche e la formazione di ioni molecolari molto più frequente.

Negli scontri cinetici le molecole si scambiano un elettrone, in particolare le molecole più elettronegative quali l’ossigeno tendono ad acquistare un elettrone a scapito delle molecole meno elettronegative. Ad esempio negli urti tra N2 e O2 si ottengono: N2+ + O2-. Lo scopo principale delle collisioni è quello di produrre l’anione O2-.

Lo ione ossigeno negativo O2- prodotto dal sistema di ionizzazione aria, noto anche come anione superossido, ha la possibilità di reagire tramite reazioni di ossidoriduzione con le sostanze volatili in aria ad esempio: VOC, odori, ammoniaca, ecc.; inoltre ha un comprovato effetto microbicida riducendo notevolmente la carica microbica aerotrasportata dal particolato ed anche un effetto microbicida sulle superfici dell’ambiente. L’attività microbicida viene esplicata attraverso reazioni di ossidazione delle proteine costituenti la membrana dei batteri. La membrana ha funzione di selezione le sostanze da scambiare con l’esterno da parte del sistema metabolico dei batteri. I danni creati dalle azioni ossidative sulla membrana determinano la perdita della funzione di scambio e conseguentemente la morte dei batteri. Questo meccanismo viene esplicato in un tempo lungo in quanto l’azione ossidativa è blanda e non aggressiva.

Gli ioni ossigeno vengono veicolati dall’aria e vengono a contatto sia con il particolato presente nell’aria stessa che con le superfici dell’ambiente dove l’aria ionizzata viene a contatto. Questo determina un effetto microbicida in tutto l’ambiente dove vengono generati gli ioni. Nell’ambiente esterno la generazione di ioni avviene continuativamente nel tempo ad opera soprattutto della radiazione solare. La ionizzazione dell’aria è il fenomeno fisico legato all’assorbimento di energia (fotoni) dagli elettroni di un atomo o di una molecola. Il purificatore aria è un apparecchio che genera un fenomeno naturale che si attiva spontaneamente ogni qualvolta una molecola è sottoposta all’azione di un processo energetico in cui la quantità totale di energia (Et) è superiore al valore di Ei (Energia di ionizzazione) della molecola stessa.

Rimani aggiornato alle ultime novità! Iscriviti alla nostra newsletter